Colori d’autunno a Nanzenji

May 31, 2018

Koga Ohashi, Yoshiki Tanabe

 

Cosa sapete dell’autunno giapponese?

I colori dell’autunno in Giappone sono molto belli e famosi, grazie soprattutto alle foglie rosse degli aceri. In particolare i colori autunnali a Kyoto sono molto belli. I turisti vengono a Kyoto a visitare i suoi famosi templi, e molti scelgono di farlo in autunno proprio per poter ammirare le foglie rosse.  Per questo vogliamo parlarvi di un tempio molto famoso e mostravelo come appare in autunno.

Il tempio Nanzen-ji

La storia

Nel 1289 l’imperatore Kameyama fece costruire una villa, e siccome era apparso un fantasma, chiamò un maestro Zen per esorcizzarlo. Il maestro mise in fuga il fantasma, e nel 1291 fu trasformata in un tempio Zen.

L’imperatore decretò che come abate del tempio avrebbe doveva essere scelto il monaco più illustre del paese, e da allora l’abate del Nanzenji è sempre stato un monaco molto famoso.

Al tempo dell shogun Yoshimitsu Ashikaga (vissuto Periodo Muromachi,  1336-1573),

questo tempio era considerato il miglior tempio del buddismo zen ed è diventato il centro della cultura Zen chiamata Gozan (“delle cinque montagne”, ossia i cinque templi Zen principali di Kyoto).

Per ben tre volkte in passato – 1393, 1447, 1467 – il tempio subì gravi danni, ma nel 1703 fu riscostruito da Keishoin, la madre dello shogun Tsunayoshi Tokugawa.

A proposito, Nanzenji significa “Tempio Zen Meridionale”, ma il nome ufficiale è “Taiheikokoku-Nanzenzenzi”

 

Foto del Nanzen-ji

Sotto potete vedere una foto del grande portale all’ingresso del Nanzen-ji, alto 22 metri. Si chiamata Sanmon, ma è anche conosciuto come Tenka-Ryumon, ed è uno dei tre portali di templi buddisti più famosi del Giappone. Gli altri due sono al tempio Chion-in a Kyoto e al tempio Kuon-ji a Yamanashi.

 

 

Se andate al Nanzen-ji, dovete assolutamente andare a vedere il Suirokaku, il monumento ritratto nella foto successiva.

È un acquedotto lungo 93,17 metri e largo 4,06, con una protata di due tonnellate d’acqua al secondo, costruito come anello di collegamento in un sistema di canali per portare acqua dalla prefettura di Shiga alla città di Kyoto. È in mattoni, e ha un elegante design ad archi a tutto sesto, come gli acquedotti romani.

È uno dei monumenti rappresentativi di Kyoto, e per questo nel 1984 è stato ufficialmente designato come luogo d’interesse storico. Fu costruito dai giapponesi utilizzando la tecnologia occidentale appena importata nel paese, ed ha un posto molto importante nella storia dell’ingegneria civile giapponese moderna.

 

 

Le foto successive sono quelle che ci siamo divertiti di più a fare. In esse si vedono i meravigliosi e delicati colori dell’autunno al Nanzen-ji, uno dei posti più rinomati a Kyoto per ammirare le fogli rosse d’acero.

 

     

     

Informazioni

Il periodo migliore per vedere i colori d’autunno al Nanzenji è dalla metà alla fine di novembre.

~  L’orario del tempio ~

Dal 1 marzo al 30 novembre:  dalle 8:40 alle 17:00

Dal 1 dicembre al 28 febbraio: dalle 8:40 alle 16:40

~  Giorno di chiusura  ~

Non si può accedere al tempio dal 28 dicembre al 31 dicembre

~  Prezzo per l’ingresso ~

adulti: 500 yen

studente di scuola superiore: 400 yen

studenti di scuola elementare e media: 300 yen

~  Accesso ~

In treno: si può prendere la metropolitana e scendere alla stazione di Keage della linea Tozai (venedo dalla stazione di Kyoto si deve cambiare a Karasuma Oike), e poi camminare per dieci minuti fino al tempio. Il biglietto dalla stazione dei treni costa 260 yen.

In autobus: si può prendere l’autobus numero 5 dalla stazione di Kyoto e scendere alla fermata di Nanzen-ji Eikando-do, e poi camminare per cinque minuti. IL biglietto costa 230 yen.

 

~  luoghi turistici circostanti  ~

Vicino al Nanzen-ji ci sono molti luoghi da visitare.

Per esempio, il tempio buddista Eikando, la vecchia tratta ferroviaria chiamata Keage Incline, la Strada della filosofia, il santuario shintoista Heian Jingu, e tanti altri.

Inoltre non bisognia dimenticare che la zona del Nanzenji è famosa per i ristoranti che servono il tofu bollito, un piatto tradizionale tipico di Kyoto. Vale dunque senz’altro la pena spendere una giornata al Nanzen-ji. Il tempio e la zona circostante hanno bei colori non solo in autunno, ma anche nelle altre stagioni. In primavera ci sono tanti ciliegi in fiore, d’estate foglie verdi lussureggianti, e d’inverno si può ammirare la bellezza dei templi coperti da un manto di neve.

~  indirizzo  ~

Kyoto-fu Kyoto-shi Sakyo-ku Nanzen-ji Fukuchii-machii

~  Numero di telefono  ~

075-771-0365

~  sito web ~

http://www.nanzen.net/

 

Kawadoko (cene estive all’aperto lungo i fiumi)

 

Kawadoko significa letteralmente ‘letto di ruscello’, ma è un’espressione che indica la tradizione estiva di passare il tempo cercando un po’ di frescura nella calda e umida estate di Kyoto.

Sopra delle piattaforme montate sulla superficie dell’acqua o lungo le rive, si gustano piatti tipici dell’estate e il sakè. È un passatempo popolare.

Kamogawa, Kibune e Takao sono tutti fiumi famosi, ognuno con kawadoko che hanno caratteristiche diverse.

In particolare la storia del kawadoko del fiume Kamogawa è antica: dopo numerose battaglie, grazie alla ricostruzione dei ponti Sanjo e Gojo da parte di Toyotomi Hideyoshi nel XVI secolo, il lungofiume del Kamogawa si popolò di visitatori e di negozi ambulanti. I ricchi sistemarono dei sedili sul guado e sui banchi di sabbia, e apparvero bancarelle e negozi di tè. Questo è stato l’inizio della tradizione dei ‘letti di ruscello’.

Nel periodo Edo, in seguito alla costruzione di muri di pietra e di argini, sono diventati centri di divertimento, particolarmente animati durante la festa di Gion.

turismo a Kyoto periodo Edo

“Giri turistici a Kyoto nel periodo Edo, scena pittoresca” disegno di Shirahata Youzaburou

 

 

Kawadoko del Kamogawakamogawa

Le piattaforme sono situate tra i ponti Nijo e Gojo.

La loro attrattiva è l’abbondanza e varietà di locali: cucina di Kyoto, cucina cinese, italiana, ristoranti di carne ai ferri e bar.

Per questo sono consigliati ai giovani e ai visitatori venuti a Kyoto per la prima volta.

Si possono gustare i cibi nella fresca brezza del fiume, a contatto con la natura.

 

 

Kawadoko del Takao

La zona di Takao, luogo famoso per gli aceri, è più fresca di 3-5 gradi rispetto al centro di Kyoto, e fin dal passato è conosciuta come un paradiso estivo.

Le passerelle, costruite in modo da sporgere sul fiume che scorre con i suoi bianchi spruzzi d’acqua, hanno il tetto, che protegge dai forti raggi del sole ma anche dalla pioggia.

Inoltre ogni anno tra la metà di giugno e l’inizio di luglio si possono vedere anche le lucciole Genji, una specie protetta.

takao

 

 

Kawadoko del Kibune

I kawadoko del Kibune hanno origine nel periodo Taisho.

Si narra che quando gli asceti si riposavano nel fiume per rinfrescarsi e lavarsi i piedi, c’erano persone che servivano loro cibo e tè.

Kibune è soprannominato “il salotto buono di Kyoto”.

Le passerelle sono montate a un’altezza quasi a sfiorare la superficie dell’acqua, proprio come se fossero dei condizionatori d’aria naturali!

La corrente fredda del fiume trasmette una piacevole sensazione di fresco.

In una natura lussureggiante ricca di alberi, anche l’animo troverà ristoro.

 

kibune

 

 

*Periodo e orario di apertura variano in base ai posti.

*Spesa indicativa:¥5000~

Hozugawa kudari

Maki Onishi

 Hozugawa kudari

2

Hozugawa kudari significa discesa del fiume Hozu in una specie di scialuppa.
Originariamente il trasporto via acqua serviva per portare le forniture alle città che ci sono a valle, Kyoto e Osaka.
La via d’acqua lungo il fiume Hozu ha una storia molto antica e fu utilizzata per trasportare il legname utilizzato per la costruzione dei castelli di Osaka e di Fushimi.
Nel 1606, dopo che fu aperto il canale grazie a Ryoi Suminokura, ricco mercante di Kyoto soprannominato il signore del fiume, si cominciò a trasportare non solo legname, ma anche riso, grano, ceppi, eccetera.
Questa situazione è continuata fino al 1948, ma in seguito a causa dell’apertura al traffico stradale e della diffusione dell’utilizzo dei camion, l’uso del trasporto via acqua con le zattere e le chiatte è andato gradualmente scomparendo.
Tuttavia lo spettacolo naturale dello stretto corso dello Hozu in ogni stagione, con le grandi rocce che sembrano bloccare la corrente, le montagne circostanti e il flusso tumultuoso della corrente è davvero splendido.
Quindi a partire dal 1895 è cominciato il trasporto di persone a scopo turistico.
Oggi è un’attrazione famosa a livello mondiale.

Si può godere il panorama di Hozugawa kudari ascoltando i racconti dei barcaioli.

●Orario delle partenze●

10 marzo – 30 novembre

→9:00,10:00.11:00,12:00,13:00,14:00,15:30

※Irregolare sabato, domenica e festivi.

——————————————————————————–

Inizio dicembre – 9 marzo

→10:00,11:30,13:00,14:30

(Servizio sospeso 29/12 – 4/1)

Scialuppa con sedili riscaldati.

*  Durata della discesa: circa due ore

*  In caso di pioggia: il servizio opera con un telone sopra la scialuppa

*  Sospensione servizio in caso di tempesta o aumento del livello del fiume

● Tariffe●

Adulti ¥4.100

Bambini (da 4 anni a studenti di scuola elementare) ¥ 2.700

●Accesso●

 

①  JR Kyoto     →     JR Saga Arashiyama     →     JR Kameoka    →  (10 min. a piedi)   →★imbarco

②        JR Kyoto     →     JR Saga Arashiyama      → Torokko Kameoka     →   (15 min. autobus)   →★imbarco

③       JR Kyoto     →     JR Saga Arashiyama      →   Torokko Kameoka     →   (25 min. Torokko)   →★imbarco

treno Torokko

A destra la stazione Saga Arashiyama e a sinistra quella del Torokko.

 

Treno Torokko

È un treno turistico che percorre in circa 25 minuti una distanza di 7,3 km.

Ha un design nostalgico e sedili di legno. C’è anche una carrozza aperta senza finestrini, chiamata The Rich.

torokko

 

★Carrozza Kyo (diminutivo di Kyoto)

Si può passare il tempo in modo calmo e rilassato in questa carrozza trainata da un cavallo.

Impiega 25 minuti per coprire la distanza che una macchina copre in 5 minuti.

Potete rilassarvi al piacevole suono degli zoccoli del cavallo.

1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il viale dei ciliegi a Yawata

Ayane Okubo, Kyoko Kasami

 

 

ciliegi a yawata

Veduta da un ponte

 

veduta ciliegi yawata

Persone che si recano ad ammirare la fioritura dei ciliegi

 

Ci sono tanti posti famosi per la fioritura dei ciliegi, ma noi vi vorremmo presentare il viale dei ciliegi che si trova nella città di Yawata. Si tratta dei ciliegi del parco di Yodogawakasen, nella zona di Sewaritei. Questa strada è un lungofiume. Ci sono i fiumi Kizu e Uji. Il viale consiste di 250 alberi di ciliegio della specie Yoshino ed è lungo 1,4 km. I ciliegi sono ai due lati della strada e, distendendo i rami, formano come una galleria di ciliegi sopra i passanti. Ci si sente come coperti dai ciliegi. In piena fioritura, quando tira vento, si può vedere la tempesta di petali, come se nevicasse. In giapponese si dice sakura fubuki (桜吹雪).

 

La galleria dei ciliegi Yawata

La galleria dei ciliegi

 

festa Yawata

Gente alla festa

 

La festa di Yawata Sakura è organizzata ogni anno tra il 1 e il 10 aprile, a seconda del periodo della fioritura. L’orario è 9:00~17:00. Solo nel periodo della festa ci sono le bancarelle. Si vendono succhi, birre e cibi tipici giapponesi come yakisoba, okonomiyaki, ecc.

 

hanami a Yawata

Picnic sulla riva del fiume Kizu

 

bambini a Yawata

Bambini che giocano

 

Nel periodo in cui si  può ammirare la fioritura dei ciliegi (marzo~aprile) tantissima gente, soprattutto famiglie, visita questo luogo. Si può passare il tempo facendo un barbeque, schiacciando un pisolino sull’erba o giocando a palla.

Indirizzo

Yawatazaiouji, Yawata-shi, Kyoto

614-8307 Giappone

(京都府八幡市八幡在応寺〒614-8307)

tel:075-981-1141

 

 

Come arrivarci

Dalla stazione di Yawatashi ci vogliono 10 minuti a piedi.

 

Dalla stazione di Kyoto →(JR Kyoto Nara-sen, direzione Joyo: 3 minuti, 140 yen)→Tofukuji

→(direzione Nakanoshima: 27 minuti, 310 yen)→Yawatashi

 

Il parco delle scimmie di Arashiyama

Ad Arashiyama, nella parte occidentale di kyoto, c’è un parco di macachi giapponesi su una piccola montagna. Il parco è un paradiso per le scimmie. Attualmente ci sono circa 130 macachi, e ad ognuno è stato dato un nome diverso.

I macachi giapponesi (Macaca fuscata, in giapponese nihonzaru) sono una specie di scimmie diffuse nell’arcipelago giapponese, anche nelle regioni settentrionali, per cui sono chiamate anche scimmie delle nevi. Nessun’altra scimmia al mondo vive in latitudini così alte e in climi così fredde come le scimmie giapponesi. Nelle zone con sorgenti termali, d’inverno le si puòvedere spesso fare il bagno nell’acqua calda per difendersi dal freddo.

Tutti i macachi giapponesi del parco vivono allo stato selvatico, e vi si possono vedere fino a 100 diverse specie di animali selvatici. Per esempio, ci sono tante specie di uccelli selvatici e cervi.

C’è un luogo in cui si possono osservare le scimmie che si riuniscono per mangiare, ed è anche un belvedere da cui si domina con lo sguardo tutta Kyoto. Il panorama è stupendo, ed è ideale per fare fotografie. Ci sono anche scivoli e altri giochi per i bambini.

Anche la vista lungo la strada che conduce alla cima della montagna è affascinante, e cambia col mutare delle stagioni: in primavera vi si possono ammirare i fiori di ciliegio e le foglie nuove, in autunno le foglie rosse degli aceri. Inoltre il parco è vicino al famoso ponte Togetsukyo (渡月橋), una delle attrazioni turistiche principali di Arashiyama.

Se siete a Kyoto, ogni tanto provate a lasciare la metropoli e venire al parco per godervi un momento piacevole nella calma della natura sulle montagne di Arashiyama.

Tariffa d’ingresso

Adulti:  550 yen

Bambini (4 anni- 15 anni): 250 yen

Accesso

Dalla stazione di Arashiyama della ferrovia Randen (嵐電)  ci vogliono 5- 10 minuti a piedi.

Dalla stazione di Hankyu Arashiyama della ferrovia Hankyu (阪急) ci vogliono 5 minuti a piedi.

Indirizzo

Arashiyama genrokuzancho 8

Kyotoshi, Kyoto  616-0007 Giappone

(〒616-0007 京都市西京区嵐山元録山町8)
Tel&Fax: 075-872-0950