Warabeuta - la canzone per i bambini –

October 25, 2014

Fumika Matsushita, Anna Watanabe

 

☆Che cos’è warabeuta?

Warabe è un’antica parola giapponese che significa ‘bambino’. Warabeuta è un tipo di vecchia canzone popolare in Giappone. I bambini la cantano nella vita di ogni giorno, soprattutto quando giocano.

Ai giorni nostri la parola giapponese asobi signifca soltanto ‘gioco’, invece in passato indicava anche un rito religioso magico, come una cerimonia religiosa shintoista o buddista, oppure una divinazione. Quindi la canzone che veniva cantata in questo tipo di cerimonie è una sorta di norito, che è in stretta relazione con la religione (norito: invocazione speciale alle divinità shintoiste).

Dato che molte canzoni warabeuta, nel corso di una lunga storia, sono nate spontaneamente con diversi giochi, per la maggior parte di esse non si sa quando, dove e chi le abbia composte. Ognuna ha le proprie parole e melodia, e i bambini le imparano attraverso i giochi. Le canzoni sono state tramandate oralmente fino ad oggi, mutando a poco a poco in base al periodo e alla località.

Warabeuta è uno dei tesori culturali orali che si tramandano fin dal passato in Giappone. Fanno talmente parte della vita quotidiana che qualunque adulto giapponese ne avrà sicuramente cantata qualcuna da bambino o le avrà per lo meno sentite.

Ora, invece, i bambini che non conoscono warabeuta stanno aumentando in seguito alla diffusione dei videogiochi ecc. Warabeuta fa parte della cultura orale e le canzoni vengono trasformate liberamente, quindi non hanno un testo definito con parole precise. Anche per questo la cultura di warabeuta rischia di essere dimenticata.

 

☆Warabeuta di Kyoto  

Warabeuta si è sviluppata in un contesto regionale, perciò ci sono tante canzoni specifiche in ogni regione.

Warabeuta a Kyoto è molto speciale e principalmente ha due caratteristiche. La prima: esprime il clima, l’atmosfera e le stagioni della città. La seconda: si usano il dialetto e la toponomastica di Kyoto. E ci sono tante canzoni che sfruttano i giochi di parole del dialetto.

Presentiamo qui di seguito una delle canzoni più famose, Marutake ebisu. In questa canzone si cantano in ordine i nomi delle strade della città di Kyoto, che sono disposte a scacchiera. In questo modo, cantandola, i bambini di Kyoto imparano i nomi delle strade. (Attenzione! Questa è solo una delle tante varianti possibili.)

 

MARUTAKE EBISU

 

maru take ebe suni oshi oi ke

ane san rokkaku tako nishi ki

shi aya buttaka matsu man gojo

setta chara chara uo nota na

roku jo san tetsu to risu gi

shiccho(=shichijo) koe reba hakku jo

ju jo to gide todo mesa su

 

(○:pausa)

 

Le strade di Kyoto

Lo zoo comunale di Kyoto

by Shuhei Yasuda; Yuki Yoshikawa; Takuro Yoshimura

Lo Zoo comunale di Kyoto ha aperto nell’ aprile del 1903. È il secondo zoo che è stato aperto in Giappone dopo quello di Ueno a Tokyo, quindi ha una lunga storia di più di 100 anni.

Le persone che visitano questo zoo sono molto varie: famiglie, bambini con la scuola, coppie, persone anziane, e anche adulti che ci vanno da soli. Si tratta quindi di uno zoo molto popolare.

La superficie è di 34.059 metri quadrati, e ci sono 721 animali divisi in 175 specie (mammiferi, uccelli, rettili e anfibi). Rispetto a molti altri zoo, lo comunale di Kyoto è piccolo, ma ha il vantaggio che lo si può vedere tutto senza fretta.

Questo zoo è famoso perché per la prima volta in Giappone vi sono nati dei cuccioli di leone, due maschi e due femmine, e anche un cucciolo di ippopotamo femmina, due tigri femmine, nonché un fenicottero con l’ incubazione artificiale.

Nello zoo c’è un posto in cui si possono toccare gli animali, chiamato “Otogi no kuni” (il paese delle fiabe).

Dentro ci sono capre, pecore, anatre, oche, conigli, tartarughe, polli, e pinguini. È aperto dalle 10:30 alle 11:20, e al pomeriggio dalle 13:30 alle 14:30. Quindi vi consigliamo di visitare lo zoo in queste fascie orarie.

Visitare lo zoo può essere una buona idea per rilassarsi e passare qualche ora in modo diverso dal solito.

Per arrivarci dalla stazione centrale di Kyoto, prendete l’autobus municipale (Shibasu) numero 5 o 100 e scendete alla fermata “Doubutsuen mae” .